L’educazione in viaggio – galateo

Da diversi decenni il turismo, che fino ad un secolo fa era considerato un lusso per pochi, è diventato di massa e ha lasciato sempre più spazio a maleducazione e a mancanza di rispetto per gli altri.

Gli italiani vengono inoltre giudicati, dal resto del mondo, i più scortesi, gli unici a non seguire le regole e a non rispettare le file (tanto che in diverse guide turistiche, soltanto nella versione italiana, ci viene richiesto esplicitamente).

Le regole di galateo sono universali e non dovrebbero essere dimenticate nel momento del relax e ovunque tu possa decidere di passare le tue vacanze devi ricordare come è opportuno comportarsi, informandoti su usi e costumi dei paesi che sceglierai, imparando per lo meno i vocaboli di ringraziamento e soprattutto ricordando che viaggiare significa, principalmente, fare nostre le tradizioni del paese che ci sta ospitando.

E quindi ecco qui tutto quello che devi tenere a mente per poter affrontare al meglio ogni tuo viaggio, perchè possiamo e dobbiamo essere meglio di così:

-ogni luogo aperto al pubblico ha delle norme di comportamento, prima di entrare leggile;

-non scattare foto, non toccare, non sederti se è esplicitamente vietato;

-se entri in un luogo sacro, o di culto, devi mostrare rispetto ed essere vestito in modo idoneo (anche questo è spesso indicato nel regolamento, qui un esempio);

-in villaggio, in albergo e in campeggio è opportuno salutare chi si trova alla reception, e chiunque si incontri, con un salve; è giusto salutare anche i vicini di tavolo nel ristorante della struttura e ricorda di salutare sempre chi si incontra in ascensore (mentre entrando in uno scompartimento del treno o su un mezzo pubblico non è indicato salutare, né tanto meno presentarsi);

-se il tuo posto è occupato da un altro non avere reazioni esagerate, chiedi informazioni e fai notare semplicemente l’errore, se per te non ci sono problemi occupa il posto che è stato lasciato libero oppure, se non si trova un accordo velocemente, contatta il controllore o il personale di volo;

-dove i posti non sono prenotati cerca di avere cura di lasciare il sedile a disabili, anziani e donne incinta o con bambini piccoli;

-la puntualità è un dovere a prescindere, ma diventa d’obbligo specialmente se hai scelto un viaggio di gruppo, o hai appuntamento con una guida turistica, e sarà senz’altro indispensabile se hai un mezzo su cui salire che di certo non ti aspetterà;

il bagaglio va scelto con cura, pensaci bene quando lo acquisti e quando lo prepari, soprattutto cerca di assicurarti l’indipendenza, facendo in modo di essere in grado di trasportarlo da solo o avere un compagno di viaggio disposto a farlo al tuo posto;

-ricorda che gli altri viaggiatori non sono obbligati ad aiutarti, puoi però sempre provare a chiedere una mano con garbo e gentilezza; inoltre, se vuoi e te la senti, puoi essere tu ad offrirti in aiuto a chi ti sembra in difficoltà;

-non tenere falsamente occupati altri posti nei vagoni del treno, della metro o su tram e bus, non allargarti troppo arrecando disturbo agli altri, né con le gambe, né con i bagagli;

-non appoggiare i piedi su sedie e sedili;

-vorrei fosse inutile dirlo (ma lo faccio per sicurezza) non toglierti le scarpe e soprattutto non dedicarti a pulizie personali sotto la vista di altre persone in luoghi sconvenienti e inopportuni;

-rispetta la privacy degli altri e cerca di non essere mai troppo invadente, non tutti hanno voglia di chiacchiere, e soprattutto ricorda che, mentre per te è un viaggio di piacere, per altri potrebbe non esserlo;

-ricordati di salvaguardare l’ambiente quindi: non lasciare sporcizia in giro, non sprecare acqua e non approfittare esageratamente del ricambio biancheria;

-non lasciare troppo disordine in camera (anche se la pulizia è a carico del personale della struttura che hai scelto, lasciarla in condizioni decenti è sempre un tuo dovere); se decidi di lasciare una mancia al personale fallo sempre in due tranche: una all’inizio della vacanza e una alla fine;

-evita di parlare a voce troppo alta, sia in camera che negli spazi comuni, e rispetta gli orari del “silenzio” (esposti sempre nel regolamento di ogni struttura), tieni il cellulare senza suoneria o abbassala al minimo (o meglio spegni tutto), specialmente quando sei a tavola;

-ricorda sempre che ha la precedenza chi esce, rispetto a chi entra (anche in ascensore), e ha la precedenza chi scende da un mezzo rispetto a chi sale;

-non salire sui mezzi e non presentarti a tavola senza maglietta (anche se il ristorante si trova sulla spiaggia), non girare in costume, ma utilizza un vestito prendisole anche per andare al bar;

-chiedi permesso, chiama il personale presentandoti e chiedendo scusa, ringrazia e sorridi pensando che è questo il momento più sereno di ogni anno;

-infine affronta con serenità ogni imprevisto, ricorda che gli imprevisti ci sono sempre (sono anche nel Monopoli) e può quindi capitare qualsiasi cosa anche in vacanza; preparati ai peggiori dotandoti di una buona assicurazione (annullamento viaggio/perdita bagaglio/sanitaria completa) che ti aiuterà a risolvere tutto in fretta; prepara un buon bagaglio a mano per essere pronto allo smarrimento valigia o a un suo ritardo, e porta con te qualche farmaco in più nel caso tu perda l’aereo o sia stato cancellato il ritorno.

L’inverno è alle porte, è il momento giusto per partire! Buon viaggio da Rimmel Ribelle!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






*